Cenni Autobiografici

_DSC2350

Sono nato a Matera, la “mia città”, il 29 aprile del 1974 da una famiglia, direi ,“comune”: padre operaio nelle fabbriche del petrolchimico della Val Basento e madre casalinga. Una famiglia media, potremmo pensare, che ha trascorso gli anni ‘80 stringendo la cinghia per arrivare a fine mese (…forse oggi non è cambiato molto per la maggior parte delle famiglie materane). Una famiglia nella quale il livello culturale, se vogliamo interpretarlo con gli studi ed i diplomi, non era altissimo, ma quello dei “valori” sicuramente senza eguali: papà, Andrea, impegnato, fuori dagli orari di lavoro, a costruire piccoli sportivi con l’atletica (sino ad essere premiato dal CONI con una “Targa d’Argento al Merito Sportivo”), poi giovani calciatori, sino a diventare “selezionatore regionale categoria allievi”, ma soprattutto impegnato a costruire gli uomini di oggi, sommando alle lezioni di tattica e tecnica anche lezioni di vita, quelle che ti insegnano a rialzarti anche dopo un calcio negli stinchi e a riprendere la corsa verso la tua meta. Mamma, Angela, impegnata nel sociale tra volontariato per la donazione di sangue, l’impegno per la protezione degli animali e il suo audace e combattivo lavoro di sostegno agli anziani e alle persone in difficoltà, grande esempio di giustizia e solidarietà e di lezioni su come stare al mondo, dove i valori morali vengono prima di quelli materiali. In questo ambiente sono cresciuto condividendo gli spazi con Maria Rosaria, più giovane di 3 anni, oggi affermata professionista nel campo della Psicologia del Lavoro e della Psicoterapia Cognitivo Comportamentale (www.psicologomatera.it).

I miei studi sono stati “tecnici”. Alla fine degli anni ottanta, ma anche agli inizi dei novanta, il geometra era ancora visto come una figura professionale importante….poi, ahimè ci siamo dovuti reinventare.

Poi arriva il travolgente decennio 1998 – 2008:

l’anno di servizio militare obbligatorio trascorso nella caserma dell’esercito di Persano, quella che all’epoca chiamavano “la valle dei serpenti”; il confronto con realtà mai viste prima, in primis il vero disagio economico e sociale di commilitoni siciliani e campani.

Ma in fin dei conti 12 mesi che considero un’esperienza positiva di cui ricordare tutto il peggio, in modo che le difficoltà attuali possano sembrare più lievi;

poi arriva Marinella e nel 2003 si “convola a nozze”, stare insieme per costruire il nostro futuro; donna e madre straordinaria incontrata sulle gradinate del PalaSassi condividendo la stessa passione per la PVF Matera, sempre la “nostra Matera”. Incapace di stare ferma, cresciuta con i valori dell’impegno sociale trasportati nell’attività professionale e oggi, grazie alla sua tenacia, affermata professionista nell’ambito delle redazioni giuridiche.

Come tante giovani coppie appena sposate ci dicevamo: per i bambini aspettiamo un po’.

Ed infatti esattamente 10 mesi dopo arriva il ciclone Andrea e dopo 4 anni la principessa Serena. Oggi si combatte con scarpette da calcetto e allenamenti per le gare di triathlon, pianoforte….travolgente!

Nel  2001 inizia la carriera professionale. Nel settore dell’informatica, prima da tecnico e poi dal 2006 da Responsabile Commerciale per la EDP La Traccia.

Nel mezzo tutta l’attività sociale e politica, l’Onorificienza da Cavaliere al MErito della Repubblica Italiana……ma queste informazioni le trovate nella sezione Curriculum Vitae.